EMPOLI 3

SASSUOLO 0

EMPOLI (3-5-2): Dragowski 6; Veseli 6, Silvestre 6, Dell'Orco 6.5; Di Lorenzo 6.5, Acquah 6.5 (33'st Brighi sv), Bennacer 6.5, Krunic 7 (43'st Ucan sv), Pasqual 6.5; Farias 7 (22'st La Gumina 6), Caputo 6 In panchina: Provedel, Pajac, Mchedlidze, Traore, Antonelli, Rasmussen, Diks, Oberlin, Nikolaou. Allenatore: Iachini 6.5

SASSUOLO (4-3-3): Consigli 6; Lirola 5.5, Magnani 5, Peluso 5.5, Rogerio 5.5; Locatelli 5.5, Sensi 6, Duncan 5.5 (1'st Berardi 5.5); Brignola 5 (1'st Bourabia 6), Babacar 6 (30'st Matri sv.), Boga 5.5 In panchina: Pegolo, Demiral, Magnanelli, Lemos, Djuricic, Scamacca, Ferrari, Di Francesco, Adjapong Allenatore: De Zerbi 5

ARBITRO: Mariani di Aprilia 6.5

RETI: 34'pt Krunic, 37'pt Acquah, 14'st Farias

NOTE: spettatori: 7200.

Ammoniti: Sensi, Berardi, Locatelli, Pasqual. Angoli: 3-3. Recupero: 0'; 2'.

 

EMPOLI – L’Empoli torna al successo dopo più di due mesi e lo fa in maniera rotonda e convincente. Tre a zero davanti ad una delle versioni peggiori del Sassuolo da trasferta, con Consigli e compagni di fatto mai entrata in gara, colpiti ed affondati da una prestazione davvero convincente dei toscani che hanno mostrato determinazione e coraggio, equilibrati nei reparti e “affamati” al punto giusto. Una vittoria che pesa per gli equilibri della salvezza possibile degli azzurri, e che salva anche la panchina, in bilico fino ad oggi, di Beppe Iachini, che ha azzeccato ogni mossa nei 90’ di gara. L’Empoli passa in vantaggio al 34’ grazie ad un’azione strepitosa di Rade Krunic, il migliore dei suoi, con il calciatore bosniaco capace di partire palla al piede poco prima del proprio centrocampo, saltare tre avversari e superare in uscita Consigli. La rete dell’uno a zero è il coronamento di un ottimo inizio partita per il numero 33 azzurro, che aveva già centrato una traversa al 22’ su assist di Di Lorenzo. Tre minuti e i padroni di casa raddoppiano, stavolta con Acquah che mette palla alle spalle di Consigli di sinistro su assist di Farias. Il Sassuolo, che è partito con Berardi e Di Francesco in panchina, paga un atteggiamento troppo rinunciatario e con una difesa davvero in pessima giornata.

Gli emiliani neroverdi si fanno vivi dalle parti dell'esordiente Dragowski solo al 42' quando Sensi centra un palo ma l’azione è interrotta dall'arbitro per fuorigioco. Dopo l'intervallo, De Zerbi prova a stravolgere la sua squadra: fuori Brignola e Duncan, dentro Berardi, febbricitante e Bourabia, che ha un ottimo impatto nel match tanto da servire due palloni buoni a Babacar, non sfruttati di un soffio dal centravanti senegalese. Nel frattempo Farias prima sbaglia un gol che sembra già fatto, poi con un'azione spettacolare poco prima dell’ora di gioca chiude la gara per l'Empoli: 3 a 0 al 59'. Nella mezz'ora finale l'Empoli gestisce le forze. Locatelli scalda i pugni di Dragowski al 75', poco prima dell’ingresso di Matri, ma non succede altro degno da segnalare fino al triplice fischio finale di Mariani di Aprilia, con i toscani che così possono tornare a festeggiare con i propri tifosi.