ROMA 2

EMPOLI 1

ROMA (4-2-3-1): Olsen 6; Florenzi 6, Marcano 6, Juan Jesus 5, Santon 6; Nzonzi 6.5, Cristante 6; Kluivert 6.5 (37’ st Karsdorp), Zaniolo 6 (10’ st Perotti 6), El Shaarawy 6.5; Schick 7 (40’ st Celar sv). In panchina: Fuzato, Mirante, Coric, Riccardi, Pezzella, Semeraro, Cargnelutti. Allenatore: Ranieri 6.

EMPOLI (3-5-2): Dragowski 6; Veseli 6, Silvestre 6, Dell’Orco 5; Di Lorenzo 6, Krunic 6, Bennacer 6, Acquah 5.5 (19’ st Brighi 6), Pasqual 6 (37’ st Ucan 6); Farias 6 (34’ st Oberlin 6), Caputo 6. In panchina: Provedel, Perucchini, Pajac, Traore, Maietta, Capezzi, Rasmussen, Nikolaou. Allenatore: Iachini 6.

ARBITRO: Maresca di Napoli 5.

RETI: 9’ pt El Shaarawy, 12’ pt Juan Jesus (aut), 33’ pt Schick

NOTE: serata piovosa, terreno in buone condizioni. Al 34’ st espulso Florenzi per doppia ammonizione (entrambe per contrasto di gioco). Ammoniti: Florenzi, Acquah, Cristante, El Shaarawy. Angoli: 5-2. Recupero: 0’ pt, 7’ st.

 

ROMA - La Roma vince 2-1 contro l’Empoli nel posticipo della ventisettesima giornata di Serie A. All’Olimpico i giallorossi trovano una vittoria importante nella corsa alla Champions League e salgono a quota 47 punti in classifica. Ranieri si affida a Stephan El Shaarawy, miglior marcatore della Roma in campionato, che ha preso parte attiva a tre gol in tre sfide contro l’Empoli in Serie A. E l’1-0 porta la sua firma: l’italoegiziano controlla una palla dal limite dell’area e trova l’incrocio dei pali da fuori area. Ma la Roma al 12’ decide di farsi male da sola: Maresca concede una punizione generosa, sugli sviluppi del calcio piazzato Juan Jesus di testa batte il proprio portiere Olsen con un autogol che provoca un contraccolpo psicologico della Roma: al 14’ sugli sviluppi di una punizione dai 25 metri, Pasqual colpisce la traversa. Al 30’ c’è la reazione della Roma con una azione tutta in verticale sull’asse Kluivert-Cristante fino a Zaniolo autore di una conclusione sbilenca da buona posizione.

L’Empoli è una delle squadre ad aver subito più gol da duelli aerei e pochi minuti dopo c’è il nuovo vantaggio giallorosso: Florenzi sugli sviluppi di un calcio piazzato da zona defilata scodella la palla in area per la testa di Schick bravo a trafiggere Dragowski. Nella ripresa l’Empoli mostra un atteggiamento più intraprendente ma il primo brivido è di marca giallorossa con un destro dalla distanza di Kluivert terminato a lato. Ranieri gioca la carta Perotti per Zaniolo (problema al polpaccio) e trasforma il 4-2-3-1 nel 4-4-2. Ma il cambio modulo fa perdere compattezza in mezzo al campo con l’Empoli che prende coraggio e sfiora il gol con Krunic autore di un tiro impreciso da posizione favorevolissima in area dopo una sponda di Caputo di testa. Al 70’ cresce la pioggia e aumenta l’intensità del gioco: prima El Shaarawy sfiora il palo dopo aver recuperato palla in zona offensiva, poi Dell’Orco di testa va vicino al pareggio sugli sviluppi di un cross dalla sinistra. Il finale si complica per la Roma all’80’: Florenzi commette fallo su Brighi e Maresca estrae il secondo cartellino giallo.

Nel finale convulso c’è l’illusorio pareggio dell’Empoli con Krunic ma col Var Maresca annulla per un tocco col braccio di Oberlin. Si tratta dell’ultima emozione del match, Ranieri porta a casa una vittoria importantissima all’esordio.