SAMPDORIA 1

EMPOLI 2

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero 6; Sala 6.5, Ferrari 6, Tonelli 6, Murru 6; Praet 6, Ekdal 5.5 (27’st Vieira 6), Jankto 6.5; Caprari 5.5 (27’st Sau 6.5); Gabbiadini 5.5 (35’st Ramirez sv), Quagliarella 6.5. In panchina: Rafael, Belec, Saponara, Linetty, Tavares, Defrel, Bereszynski. Allenatore: Giampaolo 5.5

EMPOLI (3-5-2): Dragowski 6.5; Veseli 6, Silvestre 6, Dell’Orco 6; Di Lorenzo 7, Traoré 7 (42’st Capezzi sv), Bennacer 5.5 (47’st Brighi sv), Krunic 5.5, Pajac 6; Farias 7.5 (33’st Acquah 6), Caputo 6. In panchina: Provedel, Perucchini, Pasqual, Rasmussen, Oberlin, Nikolaou, Ucan. Allenatore: Andreazzoli 6.5

ARBITRO: Doveri di Roma 6.5

RETI: 12’st Farias, 30’st Di Lorenzo, 47’st Quagliarella (rig).

NOTE: giornata nuvolosa, terreno in discrete condizioni. Al 30’st Audero para un calcio di rigore a Caputo. Ammoniti: Di Lorenzo, Ekdal, Tonelli. Angoli: 8-2 per la Sampdoria. Recupero: 1’, 6’

 

GENOVA - Un Empoli corsaro vince a Marassi contro la Sampdoria, 1-2 il finale grazie alle reti di Farias e Di Lorenzo nella ripresa, e si rilancia nella corsa per la salvezza. Nonostante la sconfitta, ottima la gara dei padroni di casa che, in gol con Quagliarella in pieno recupero, hanno però pagato la mancata concretizzazione delle numerose occasioni da rete create, specialmente nel primo tempo. Pronti, via e l’Empoli prova subito a far male agli avversari con il solito Caputo che, all’8’, si fa largo in area di rigore e col destro calcia di potenza direttamente sul palo. La Samp non resta a guardare e, appena un minuto dopo, su azione di ripartenza, Sala crossa al centro per Quagliarella che al volo, col destro, non trova la porta per una questione di millimetri. L’undici di Andreazzoli sembra smarrire il coraggio di inizio gara e i padroni di casa, al 18’, sfiorano ancora la rete con Jankto che, innescato da Caprari, ci prova con un destro improvviso che impegna Dragowski. Il forcing offensivo blucerchiato sale d’intensità e, al 28’, l’Empoli rischia grosso: Caprari serve col petto Jankto che, col mancino, calcia di gran carriera, ma il pallone finisce sull’esterno della rete. Preoccupato, Andreazzoli chiede dalla panchina più coraggio ai suoi ma, al 31’, è ancora una volta la Sampdoria a ad andare vicina al vantaggio.

Gabbiadini cerca Quagliarella che in area colpisce di testa in tuffo il pallone, ma l’estremo toscano è ben piazzato e respinge in corner la conclusione dell’attaccante della nazionale azzurra, che chiude la prima frazione di gara. Al ritorno in campo dagli spogliatoi, l’Empoli sembra voler cambiare volto alla propria prestazione e, al 12’, dalla destra, Traoré si libera della marcatura di Murru e serve un assist al bacio a Farias che, tutto solo davanti alla porta, batte Audero per la rete dello 0-1. Incassato lo svantaggio, la reazione degli uomini di Giampiaolo è rabbiosa ma poco organizzata e gli ospiti, ben messi in campo, al 30’, trovano la rete del doppio vantaggio. Tonelli entra duro in area su Farias che frana per terra. Doveri non ha dubbi e assegna immediatamente il calcio di rigore, tra le proteste dei padroni di casa. Dagli undici metri Caputo si lascia ipnotizzare da Dragowski, ma sulla ribattuta Di Lorenzo si avventa sul pallone e segna il gol dello 0-2. Sulle ali del nervosismo i blucerchiati si riversano in avanti alla ricerca del gol della bandiera e, al 46’, Sau viene atterrato in area da Veseli e per Doveri è calcio di rigore. Dal dischetto Quagliarella accorcia le distanze per l’1-2 che chiude definitivamente la gara.