PARMA - 1

FIORENTINA - 0

PARMA (4-3-3): Sepe 6; Gazzola 6, Iacoponi 6.5, Bastoni 6, Gagliolo 6.5; Kucka 6, Stulac 5.5 (23’ st Scozzarella 6.5), Barillà 5.5; Sprocati 5.5 (39’ st Dimarco sv), Ceravolo 5.5, Gervinho 6.5 (8’ st Grassi 6). In panchina: Frattali, Brazao, Machin, Gobbi, Siligardi, Dei, Biabiany. Allenatore: D’Aversa 6.5

FIORENTINA (4-3-3): Lafont 6; Milenkovic 6.5, Ceccherini 5.5, Hugo 6, Biraghi 6; Gerson 5, Veretout 5, Benassi 6; Mirallas 6 (28’ pt Dabo 6; 38’ st Vlahovic sv), Chiesa 5.5, Simeone 5 (24’st Muriel 6). In panchina: Terracciano, Brancolini, Norgaard, Hancko, Montiel, Pezzella, Edimilson, Antzoulas, Ferrarini. Allenatore: Montella 5.5

ARBITRO: Giacomelli di Trieste 6

RETE: 35’ st autogol Gerson.

NOTE: giornata serena; terreno di gioco in buone condizioni. Ammonito: Benassi. Angoli: 7-3 per la Fiorentina. Recupero: 2’; 4’

 

PARMA - Finisce 1-0 al “Tardini” tra Parma e Fiorentina (decide una sfortunata autorete di Gerson nella ripresa) e i ducali possono festeggiare la salvezza aritmetica davanti al proprio pubblico. Discorso del tutto diverso per i viola che, giunti alla sesta sconfitta consecutiva (fra campionato e Coppa Italia), dovranno provare a conquistarsi la permanenza nella massima categoria nell’ultimo turno di campionato. I viola giocano al Franchi contro la terzultima, ovvero il Genoa, distante tre punti in classifica. Il ritmo della gara è alto già nei primi minuti di gara e, al 7’, la Fiorentina prova l’offensiva con Chiesa che defilato prova un diagonale sul secondo palo, ma il pallone finisce sul fondo. Il Parma non si scompone e, due minuti dopo, arriva la risposta della squadra di D’Aversa: su azione di ripartenza innescata da Ceravolo, Gervinho si mette in proprio e col destro colpisce il palo. Scampato il pericolo, la Fiorentina prova a riprendere il controllo del gioco e, al 15’, Biraghi tenta la conclusione dalla distanza ma senza inquadrare la porta.

Sponda parmense, il “Tardini” chiede una reazione e, al 24’, Stulac si lascia ingolosire e dalla distanza calcia di potenza verso la porta, ma il pallone finisce alto sopra la traversa. La Fiorentina arretra il proprio baricento e il Parma prova approfittarne. Al 40’, sugli sviluppi di un corner, Gagliolo prende il tempo agli avversari e di testa colpisce la traversa, sulla ribattuta il pallone finisce sui piedi di Sprocati che da ottima posizione manda il pallone fuori. La squadra di Montella prova a scuotersi e poco prima dell’intervallo, al 43’, Benassi serve Simeone con un assist perfetto a un metro dalla porta. L’attaccante prova deve solo spingere il pallone in rete, ma Iacoponi riesce nell’impossibile e salva il risultato dopo aver anticipato il bomber viola e spedito il pallone in calcio d’angolo. Al ritorno in campo dagli spogliatoi, la Fiorentina inizia bene la seconda parte di gara e, al 48’, Chiesa lascia partire un gran destro da ottima posizione, ma Sepe è attento e manda il pallone sulla traversa.

Al 12’, Fiorentina ancora pericolosa in zona offensiva con Vitor Hugo. Il difensore in area anticipa tutti e di testa conclude verso la porta, ma Kucka respinge col corpo il pallone, che sarebbe finito probabilmente in rete. I padroni di casa tentano a organizzare una controffensiva e, al 22’, Kucka prova vestire i panni del centravanti e di testa prova a far male ai viola, ma Benassi respinge il pallone sulla linea e salva lo 0-0. Il Parma si riversa in fase offensiva e, al 30’, i padroni di casa rivendicano un calcio di rigore per un contatto tra Ceccherini e Sprocati in area toscana. Giacomelli però non ha dubbi e decide di lasciare correre. La risposta della squadra di Montella non tarda ad arrivare e, al 34’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Milenkovic calcia col destro in scivolata e colpisce il palo. La gara si accende e, al 35’, il Parma trova il vantaggio: Scozzarella spizza di testa un cross. Il pallone viene però deviato da Gerson, che spiazza Lafont per l’1-0 ducale.

Partita chiusa: il Parma resta in serie A.